Posted on Lascia un commento

Diete a crudo: Pray Model vs B.A.R.F.

Mi hanno detto che sei interessato a conoscere un po’ meglio l’alimentazione a crudo. 

All’inizio le persone non sanno da che parte cominciare e questo è assolutamente normale.

Spesso li vedi esitanti e apprensivi, evocando mentalmente pellicole come Cujo di Stephen King o immagini mentali di creature assetate di sangue e batteri di salmonella che contaminano cane e umani.

Queste idee sono assolutamente lontane dal vero e se l’alimentazione a crudo sembra complessa e complicata è invece piuttosto semplice.

Ciò che è ancora più confuso per chi si avvicina a questa alimentazione, è il tipo di dieta da perseguire:

PRAY MODEL O BARF O DIETE COMMERCIALI ?

Quale è la migliore secondo te ?

Vediamo insieme intanto di definire l’alimentazione a crudo.

 L’alimentazione cruda è l’atto di nutrire un carnivoro domestico con una dieta a  base di carne cruda, ossa ed organi commestibili. Per carnivoro domestico intendiamo cani, gatti e furetti.

Visto che è tutto molto semplice.

Quando però parliamo di cibo crudo molti si spaventano o strabuzzano gli occhi dicendo:” ma come crudo? ma non lo cuoci?”

No, questa è una dieta cruda. Include  carne cruda , ossa commestibili , organi e spesso altri ingredienti.

Questa cosa potrebbe essere scioccante ma anche quando mi hanno detto che Babbo Natale non esisteva, sono rimasto molto perplesso.

Alla domanda del perché dovrei dare cibo crudo al mio cane, la risposta è semplice, perché è l’alimentazione più NATURALE che esista per i cani,selvatici o domestici. E’ quello che i loro antenati mangiano in natura e perché è un cibo vero e non trasformato. Semplice, ti basta ?

Bene, a questo punto entriamo un po’ di più nello specifico e vediamo quali sono i principali tipi di alimentazione a crudo che esistono.

Per la tua tranquillità personale, ci sono solo 2 modi di alimentare a crudo il tuo animale domestico:

Con una Dieta Commerciale cruda preparata

Con una Dieta a crudo fatta in casa

DIETA COMMERCIALE CRUDA

In molti negozi specializzati oppure on line, si possono comprare questi preparati crudi già pronti, ovviamente macinati con dentro gli ingredienti già suddivisi in percentuali.

Praticamente acquisti,scongeli e servi.  Questo tipo di cibo, è semplice e spesso conveniente anche economicamente. Molti cominciano così, altri invece iniziano direttamente con la dieta a crudo fatta in casa.

NDR: Credo abbiate notato che fino a questo momento il termine BARF non l’ho usato ed un motivo c’è.

 

DIETE A CRUDO FATTE IN CASA: PREY MODEL VS BARF

Una dieta cruda fatta in casa è esattamente quello che sembra.

Si  prepara  il cibo per il cane, piuttosto che affidarsi ad un’altra società per la fornitura di esso.

Semplice.

E non è diverso dal preparare la cena per te o per i tuoi figli. Solo il menu è diverso e non c’è cottura.

Tu scegli la fonte degli ingredienti,tu li prepari e guardi il tuo cane mangiare.

Questo forse è meno conveniente economicamente ma tende ad essere più conveniente perché permette al proprietario del cane il massimo  controllo  sulla dieta e sulla salute. Esistono due tipi di diete crude fatte in casa con ideologie leggermente diverse.

1-Modello Prey

2-BARF

Vediamo insieme le differenze perché spesso queste due diete creano confusione in chi vuole alimentare a crudo il proprio cane.

Versione di dieta Raw fatta in casa n. 1: Prey Model

L’approccio al modello preda cerca di somigliare meglio a quello che i cani mangerebbero in natura e ciò che mangerebbero è una preda intera.

Questa dieta opera sulla filosofia che i cani sono veri carnivori.

Chi alimenta il cane utilizzando il modello Prey Model Raw (PMR) ritiene che i cani domestici dovrebbero seguire le orme del lupo. Ciò significa consumare una dieta che imita ciò che i loro predecessori  mangiano in natura.

Quindi in cosa consiste la PMR ?

Ossa, muscoli, pelle, organi, grasso, tessuti connettivi e pelle, pelo o piume.

Il metodo “Prey Model”  modella  la dieta del nostro animale sui rapporti tra le parti che si trovano negli animali selvatici. I proprietari di cani utilizzano queste proporzioni attraverso il prodotto crudo che è facilmente disponibile.

In che cosa consiste una dieta modello preda ?

80 – 85% di carne di muscolo

10 – 15% di ossa carnose crude ( questo 10/15% è inteso come quantità di osso puro)

5- 10% di organi e frattaglie (con metà di questa quantità di fegato)

Che cosa esclude ?

Frutta

Verdure

latticini

Extra vari/integratori

A questo punto il cane può essere nutrito in due modi:

Con la Preda Intera o con il metodo “Frankenprey”

Col la preda intera,si da al cane una preda completa di tutto, dal pelo o piume agli organi,alle zampe.

Questo modello di alimentazione però non è comodo per la stragrande maggioranza dei crudisti e quindi chi segue questa alimentazione, mantenendo le proporzioni, ricostruisce come meglio può la preda.

I crudisti PMR, possono fornire una gamma di proteine ​​animali. Il tutto in una varietà di formati diversi per raggiungere le proporzioni di cui sopra. Le ossa polpose crude possono includere piedi di animali, code, dorsi, costole, colli o intere carcasse. Organi e frattaglie potrebbero includere fegato, reni, polmoni, pancreas, milza o trippa verde.

Alcuni chiamano questo “Frankenprey”. È l’atto di assemblare parti di animali diversi. Quindi, combinandoli in modo da  simulare  le proporzioni relative degli animali da preda.

Chi segue la PMR cerca anche di mantenere il cibo il più naturale possibile. Alcuni non approvano la carne macinata perché non è nella sua forma naturale.

La varietà è la chiave per qualsiasi dieta sana, ma è particolarmente importante in una dieta PMR poiché è una dieta esclusivamente a base di carne. Questo perché il bestiame allevato ad uso commerciale non contiene gli stessi nutrienti trovati nelle prede selvatiche. Nutrire utilizzando quindi una gamma di prodotti animali aiuta a fornire un migliore spettro di nutrizione.

Riassumendo:

  1. La PMR ritiene che la materia vegetale  non sia appropriata per i carnivori.
  2. L’integrazione eccessiva non serve.

La ragione è perché gli animali selvatici sostengono i loro bisogni nutrizionali attraverso tutta la preda e non hanno bisogno di altro e poiché una dieta modello preda imita questo stile di vita, dovrebbe –  in teoria – fornire al cane con tutto ciò di cui hanno bisogno.

Certo, c’è sempre un’eccezione alla regola …

Si potrebbe notare che molti crudisti PMR scelgono ancora di fornire integrazione con omega 3.

Perché?

I cereali con cui è alimentato il bestiame e le carni quindi mancano dei rapporti omega 3:6.

Gli integratori di acidi grassi Omega-3 compensano questo.

Per ricapitolare:

Una dieta PRM contiene:

  • prodotto a base di carne
  • nessuna materia vegetale
  • limitata integrazione
  • si concentra su prede intere

 

Dieta cruda casalinga n. 2: Dieta BARF

 

B.A.R.F. sta per “ossa e cibo crudo” o “cibo crudo biologicamente appropriato”.

Terribile acronimo

Al di fuori del soprannome odioso, questo programma di alimentazione si basa sulla dieta ancestrale di un cane ed è composta da cibi freschi, crudi e non trasformati.

Quindi qual è la differenza?

La differenza è la teoria della dieta

Chi alimenta a crudo il cane seguendo la dieta Barf, ragiona sulla base della filosofia secondo cui i cani sono  onnivori . Altri sostengono invece che i cani siano carnivori, ma carnivori facoltativi o opportunisti. 

Entrambi sostengono l’uso di frutta e verdura crude nella dieta .

In cosa consiste una dieta BARF   ?

  • Carne di muscolo
  • Ossa carnose crude
  • Organi e frattaglie (con metà di questa quantità di fegato)
  • Frutta e verdura
  • A volte latticini
  • Supplementi

In quali percentuali?

Non c’è una regola di base semplice e chiara. Se chiedi a 20 persone, è probabile che riceverai 20 risposte diverse.

Perché?

Ciò dipende dal punto di vista del proprietario e anche dalla sua esperienza di alimentazione.

Coloro che sostengono la teoria del carnivoro opportunista potrebbero nutrire il cane con meno materia vegetale. I sostenitori della teoria onnivora hanno più probabilità di includere una percentuale maggiore di materia vegetale.

Una buona regola è:

70% di carne muscolare

10% di ossa carnose crude ( dove il 10 è sempre inteso come osso puro)

10% organi (il fegato è metà)

10% di frutta, verdura e / o prodotti lattiero-caseari

Alcuni includono una maggiore percentuale di contenuto osseo, in particolare nelle varietà di BARF commercialmente preparate.

Indipendentemente da ciò, la dieta BARF sostiene comunque che la carne cruda dovrebbe essere al centro della dieta.

Anche il formato è più indulgente.

Vengono fornite prede intere e grandi ossa carnose. Ma anche le carni macinate o le carni tritate sono  accettabili

I nuovi crudisti gravitano sulla dieta BARF per diversi motivi.

Ha un approccio iniziale più semplice e meno”cruento” e ha una più ampia disponibilità commerciale. Perché è meno restrittiva, è più attraente e accessibile per i neofiti. Inoltre, la maggior parte delle diete crude commercialmente preparate sono diete BARF. Contengono carne, ossa e organi ma anche materiale vegetale e sono disponibili in un formato macinato.

Per ricapitolare, una dieta BARF:

  • Contiene prodotto a base di carne
  • Contiene materia vegetale
  • Puoi tenere un diario di quello che dai al cane
  • Tende ad essere più permissiva con l’integrazione
  • Ha un atteggiamento più rilassato verso “la preda intera”

In comune entrambi i modelli hanno che nessuna dieta richiede la caccia o uccide la preda selvaggia. Questo è un modo fatto in casa e moderno per nutrire i nostri animali domestici. 

 Entrambi gli stili di alimentazione cruda escludono anche tutti gli alimenti a base di cereali trattati.

Il modo migliore per riassumere entrambe le opzioni:

  1. Prey Model è più severo. Questo approccio ha un ardente impegno nel fare le cose nel modo più naturale possibile.
  2. L’approccio BARF è un po’ più clemente e accetta frutta, verdura e prodotti caseari.

Quale tipo di alimentazione scegliere ?

Buona domanda.

Non sentirti obbligato a prendere una posizione. Scegli l’opzione che ha più senso per te: logicamente e finanziariamente.

Sfortunatamente, queste due varietà dividono il mondo del cibo per cani alimentati a crudo.

Inizia con qualcosa che sia gestibile, accessibile e pratico. Fai la tua ricerca, prova entrambi i modelli e guarda cosa funziona per la  tua famiglia  e il  tuo cane .

Alcuni cani vanno meglio su un tipo di crudo altri su un’altro. Prenditi tutto il tempo, prova entrambi e scopri quale funziona meglio.

Questo articolo va letto per apprendere un po’ di nozioni in più.

In Italia siamo indietro anni luce rispetto al resto del mondo dove la PMR è utilizzata in larga parte.

Detto questo un saluto a tutti.

Carlo Mancini

Liberamente tratto da un articolo di Amy Marshall

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *